Cultura e societàMigrantiSicurezza e legalità

Macerata è questione morale e di sicurezza

Un paesone di 40 mila abitanti, tanti quanti Monreale o Sciacca, in questi ultimi giorni balzato agli orrori delle cronache per fatti di sangue. Purtroppo è centro di un intenso traffico di droga, gestito tanto da Italiani quanto da stranieri, specialmente Nigeriani. E in questa atmosfera surreale si sono susseguite morte, violenze e raid. Ha inquadrato bene il problema il vescovo di Macerata, Nazzareno Marconi, che senza cedere a facili stereotipi, come la caccia allo straniero o il razzismo (Saviano e Salvini hanno perso l’ennesima occasione per tacere), ha detto «Povera la nostra società che ha generato la ragazza caduta nella droga, il ragazzo che l’ha fatta a pezzi, l’uomo che ha sparato»
Dobbiamo arrestare traffico e spacciatori e tenerli dentro; reprimere ogni episodio xenofobo ed espellere chi non ha titolo a stare in Italia. Ma se non poniamo una questione morale sul tavolo della trattativa con noi stessi, stiamo solo perdendo tempo!

Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: