ApprofondimentiAttività consiliare

Attività produttive malmesse al comune di Palermo. Vi racconto il SUAP…

La d.ssa Maria Mandalá, capo area lavoro, impresa e sviluppo economico del Comune di Palermo, è venuta in audizione in VI commissione consiliare, della quale faccio parte. Spieghiamo che questa area si suddivide in due macro-aree: Suolo pubblico e pubblicità ( concessioni suolo pubblico e pubblicità) e la seconda è il Suap (sanzioni e revoche, ufficio tecnico, licenze).

Diciamo subito, ma gli addetti ai lavori lo sanno bene, che la situazione specialmente al Suap (Sportello Unico Attività Produttive) è difficile e i disagi e le lamentele sono tantissime tra gli utenti, con ritardi ingiustificabili. Aggiungiamo pure che l’attuale amministrazione comunale poco si impegna a migliorare questo snodo importantissimo per lo sviluppo economico della città. Ci sono appena 200 dipendenti, con ben 4 sedi decentrate (mercato ortofrutticolo, quello ittico, la Fiera del Mediterraneo e il servizio affissioni), abbondantemente sotto organico. Ma la tragedia nella tragedia è che 190 di questi lavoratori, cioè quasi il 95%, sono part-time e lavorano solo per circa 20-22 ore alla settimana. Mancano i dirigenti e ci sono solo 10 funzionari full time. Negli ultimi 5 anni è andato via circa il 20% dei dipendenti da questa area, e non è stato rimpiazzato! Considerate che le pratiche annue trattate sono circa 10.000: 8.000 sono Suap, di cui 4000 pratiche di Commercio e circa 2.000 per la pubblicità. Tutti disagi e difficoltà che la vecchia, nonché nuova, amministrazione comunale non è stata in grado di contrastare nonostante l’importanza enorme di questo settore. Meno male che c’è qualcuno che il Sindaco lo sa fare… prossimamente mi recherò presso questi uffici per approfondire la mia conoscenza di questo importante settore, cercando di ipotizzare soluzioni che alleggeriscono i disagi degli utenti. #fiatosulcolloapalermo

Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: